Nel 2023 gli italiani si sono presi cura della salute mentale e della casa: lo psicologo e le imprese di pulizie sono i servizi più richiesti secondo ProntoPro

Dic 19, 2023 | Comunicati Stampa

Il 2023 è stato un anno in cui gli italiani hanno dato priorità a ordine e pulizia, sia dentro che fuori. È quanto emerge dai dati raccolti da ProntoPro, il marketplace di riferimento per i servizi professionali che mette in contatto domanda e offerta, che evidenziano come, nel corso dell’anno, le richieste degli utenti si siano orientate principalmente verso servizi  dedicati al benessere psicofisico e alla casa. Ai primi posti infatti troviamo lo psicologo, seguito dalle imprese di pulizie.

I servizi più richiesti dagli italiani nel 2023: la Top 10

La ricerca di uno psicologo si conferma per il secondo anno consecutivo come la necessità più sentita dagli italiani, registrando un incremento nelle richieste dell’11% rispetto al 2022 e sottolineando così un’attenzione sempre maggiore verso la salute mentale.
Se si dà uno sguardo agli altri dati e si confrontano con quelli dello scorso anno, si nota che le esigenze degli italiani sono invece cambiate quando si parla di servizi per la casa, che quest’anno occupano ben 5 posizioni nella top 10. Nel corso del 2023, infatti, sono aumentate del 36% le richieste per le imprese di pulizia, servizio che si piazza al secondo posto guadagnando due posizioni rispetto al 2022 e seguito dalla ricerca di un autista privato (+67% rispetto al 2022). Nell’ambito della manutenzione per la casa, i dati raccolti da ProntoPro.it registrano anche la perdita di interesse per servizi come l’installazione dei condizionatori e gli interventi idraulici, quest’anno al quarto e quinto posto. In sesta posizione troviamo, invece, stabile il personal trainer, seguito dal nutrizionista, new entry del 2023 grazie a un incremento del 47% nelle richieste.
Seguono all’ottavo posto i servizi relativi alle operazioni di trasloco (+42% rispetto al 2022), new entry nella top 10 del 2023, mentre chiudono il ranking l’animazione per le feste dei bambini e i servizi di tinteggiatura. Esce dalla Top 10 la ricerca per i servizi legati alla ristrutturazione (al nono posto nel 2022), che registra un -40% dopo il mancato prolungamento del Super Bonus 110.

 

Cresce l’attenzione verso il benessere fisico e mentale: +55% rispetto al 2022

La presenza in classifica di servizi relativi al benessere fisico e mentale sono lo specchio di una maggiore attenzione alla persona, che si riflette nella ricerca di professionisti in grado di prendersi cura di corpo e mente. ProntoPro, infatti, evidenzia una crescita del 55% nelle richieste durante il 2023 per i professionisti di questo settore: il portale ha registrato in media +45% rispetto allo scorso anno per le richieste rivolte, tra i tanti, a fisioterapisti, osteopati, naturopati e insegnanti di pilates o di ginnastica posturale; +25% per i servizi legati al benessere mentale, tra meditazione e life coaching e +12% per i massaggi, da quelli ayurvedici a quelli linfodrenanti.

Nuovi servizi: trainano le versioni digitali delle professioni tradizionali e compaiono nuovi servizi legati alla digitalizzazione 

Nel 2023, sulla base dei dati raccolti dalle analisi di mercato e delle richieste degli utenti, ProntoPro ha introdotto nuovi servizi ampliando l’offerta di professionisti del 37%. In particolare, lo sviluppo di un mercato sempre più focalizzato sul digitale ha portato all’introduzione di figure come “social media manager” o “sviluppatore di app”, e a predisporre categorie specifiche per le professioni tradizionali che, grazie alle nuove tecnologie, possono fornire i propri servizi a distanza; è il caso di “psicologo online” o “personal trainer online”. Dando uno sguardo al ranking, si nota la presenza di ben 6 professioni su 10 legate alla salute mentale e fisica. Le nuove abitudini e le nuove esigenze degli utenti hanno inoltre portato all’aggiunta di servizi come “trasporto di cani”, “transfer aeroporto”. 

Regioni: podio simile alla classifica nazionale, ma in ogni ranking appaiono alcune specificità

Il podio dei servizi più richiesti del 2023 non cambia se si osservano nel dettaglio le  classifiche regionali. Psicologo, imprese di pulizie e autista privato spesso si aggiudicano infatti i primi tre posti, anche se non sempre nello stesso ordine. I dati raccontano anche alcune curiosità legate a necessità regionali, come la presenza al sesto posto in Lazio dei servizi per lo smaltimento rifiuti o dei transfer per aeroporti a metà classifica in Puglia e in Sicilia. Diverso, invece, il podio per Sardegna e Liguria, regioni di mare e spesso sedi di seconde case, dove la Top 3 comprende anche i servizi di installazione di condizionatori.

Le previsioni per il 2024: aumenteranno le richieste di psicologi e professionisti del mondo edile (e il merito è dei Bonus)

Ma quali saranno i servizi più richiesti nel 2024? Analizzando i dati delle ultime settimane dell’anno, si nota che alcuni servizi hanno subìto un picco nelle richieste in concomitanza della conferma da parte del Governo di alcuni bonus che resteranno validi durante il prossimo anno. Sulla base di queste osservazioni, gli esperti di ProntoPro ritengono che si tratti di spie che potrebbero preannunciare i trend del 2024. È il caso dello psicologo che secondo il portale resterà un servizio molto desiderato anche nel prossimo anno: le ricerche hanno avuto un picco del 14% durante la prima settimana di novembre, quando è stato annunciato il rinnovo del Bonus Psicologo.
Il Bonus Barriere Architettoniche, in vigore fino al 31 dicembre 2025, spingerà invece soprattutto la sostituzione delle finestre — un servizio che su ProntoPro, con l’annuncio del bonus a novembre, ha visto un incremento del +15% rispetto al mese precedente — e delle porte (+31% a novembre, contro un calo medio mensile del 2% registrato nel corso del 2023).
A crescere, con la conferma del Sisma Bonus, sono invece le richieste di preventivi per interventi antisismici, come la progettazione strutturale che coinvolge ingegneri e architetti: a settembre 2023 si è assistito a un calo importante delle ricerche per questi interventi (-41% rispetto al trimestre precedente), ma a novembre il portale ha registrato una risalita delle richieste di un +18% rispetto a settembre.
Anche il Bonus Ristrutturazioni, per i lavori di recupero del patrimonio edilizio, ha alimentato le ricerche di professionisti del settore edile: se per tutto il 2023 le richieste per il servizio di ristrutturazione casa hanno registrato una decrescita media del 5%, a novembre si è registrato un +11%.

Comunicato stampa di Press Play per ProntoPro