Teoresi acquisisce HiFuture e BindingFuture per crescere nei mercati medtech, smart city e industria 4.0

Gen 26, 2023 | Comunicati Stampa

[TEORESI] Luigi Zoccolante (AD di HiFuture), Valter Brasso (Presidente e CEO di Teoresi), Gianni Bonfanti (CTO e founder di BindingFuture)

Accelerare la crescita in settori strategici e a impatto sociale come le tecnologie medicali, la mobilità connessa e sostenibile e la smart factory: con questo obiettivo Teoresi, società internazionale di ingegneria, annuncia l’acquisizione di HiFuture e BindingFuture, aziende milanesi specializzate in tecnologie per i mercati della salute, della mobilità e del manifatturiero, con applicazioni che vanno dai dispositivi medicali per la cura del cancro alle soluzioni cloud per la micro-mobilità elettrica.

Le competenze in software e Intelligenza Artificiale di Teoresi saranno arricchite con la specializzazione nella progettazione di hardware e firmware di HiFuture e in applicazioni cloud di BindingFuture per lo sviluppo di tecnologie di frontiera. Le due aziende diventano parte di Teoresi Group mantenendo il proprio management, il team, le sedi e rafforzando l’offerta tecnologica del Gruppo.

“Abbiamo individuato in HiFuture e BindingFuture due realtà fortemente complementari a Teoresi per quanto riguarda le competenze tecnologiche e i mercati di riferimento”, spiega Valter Brasso, Presidente e CEO di Teoresi. “L’ingresso delle due società nel Gruppo ci permette di accelerare la crescita in mercati ad alto potenziale come, ad esempio, il biomedicale e rafforzare l’offerta tecnologica”.

“HiFuture, nel suo percorso di evoluzione e crescita, ha raggiunto una dimensione, in termini di fatturato e personale, che richiede un’importante evoluzione organizzativa e strutturale per poter continuare a garantire il successo e la crescita”, aggiunge Luigi Zoccolante, AD di HiFuture. “HiFuture ha trovato in Teoresi il partner ideale per dimensioni, organizzazione e presenza internazionale in grado di valorizzarne le competenze e garantirne l’ulteriore sviluppo”.

“Scoperta, Conoscenza e Consolidamento sono state le parole chiave di questi tre anni iniziali per BindingFuture”, aggiunge Gianni Bonfanti CTO e founder di BindingFuture. “Per il nuovo anno, le parole chiave sono Sviluppo e  Organizzazione, e in questo vediamo in Teoresi una guida su cui fare affidamento per raggiungere gli obiettivi di crescita che ci siamo posti, con uno sguardo oltre i confini nazionali. L’ingresso nel Gruppo insieme ad HiFuture ci apre ulteriori possibilità di collaborazione e messa a frutto della complementarietà delle competenze delle tre aziende.”

L’acquisizione di HiFuture e BindingFuture è parte del rapido processo di crescita del Gruppo che ha portato Teoresi, negli ultimi cinque anni, a una forte crescita del volume dei ricavi (+118%), del numero dei dipendenti (+86%) e delle ulteriori 6 sedi aperte a livello internazionale. Con le due società, Teoresi si arricchisce delle competenze degli oltre 100 collaboratori e di 2 nuove sedi a Cologno Monzese (MI) e Castel Maggiore (BO).

La cura oncologica e delle malattie rare

Lo sviluppo di tecnologie di frontiera per l’innovazione nel campo della salute è una mission che accomuna Teoresi e HiFuture. Tra le varie progettualità sviluppate, sono centrali le tecnologie per la cura oncologica, realizzate in collaborazione con università e istituti di ricerca. In particolare, Teoresi si è orientata verso le nanotecnologie per la medicina di precisione con il progetto Nanocan: una nuova classe di dispositivi che utilizzano fibre ottiche integrate in aghi medicali allo scopo di monitorare marker tumorali e rilasciare farmaci. HiFuture collabora con CNAO (Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica) nell’ambito delle tecnologie per terapie antitumorali innovative come l’adroterapia, un nuovo tipo di radioterapia per la cura di tumori inoperabili basata su ioni e non su raggi X. Oltre allo specifico ambito dell’oncologia, HiFuture è inoltre specializzata nella progettazione di dispositivi medicali per le analisi microbiologiche e genomiche, e le terapie per la cura di malattie rare impiegando anche tecnologie basate sull’Intelligenza Artificiale. 

Smart City: guida autonoma e micro-mobilità elettrica

Il Gruppo Teoresi, forte della sua trentennale esperienza nell’ambito dell’automotive e dei trasporti, ha avviato sperimentazioni e progetti di ricerca orientati alle tecnologie di frontiera sulle tematiche della mobilità  e delle smart city: dalle auto a guida autonoma ai trasporti green, fino alla urban air mobility. La crescita in questi mercati sarà rafforzata dall’ingresso nel Gruppo di HiFuture e BindingFuture: la prima specializzata nella progettazione elettronica e software di sistemi e dispositivi dell’infrastruttura di frontiera per l’elettrificazione, la seconda con competenze in tecnologie web, mobile, di realtà aumentata, assistenti virtuali e cloud a partire dalle quali ha sviluppato progetti legati ad esempio alla gestione della micro-mobilità. In particolare, BindingFuture ha collaborato allo sviluppo di piattaforme cloud per la mobilità urbana in grado di gestire fino a 5.000 veicoli.

Smart Factory: manutenzione predittiva e industrial IoT

La digitalizzazione del manifatturiero è un obiettivo strategico dell’Italia, per aumentare il vantaggio competitivo delle PMI, sempre più alla ricerca di partner che possano affiancarle in tutti gli aspetti di trasformazione digitale. Con l’ingresso nel Gruppo di HiFuture e BindingFuture, Teoresi diventa un partner di riferimento a 360° per tutte le tecnologie strategiche: dallo sviluppo di soluzioni di Intelligenza Artificiale per la manutenzione predittiva, alla produzione di dispositivi elettronici per la gestione di apparati di impianti a bassa, media e alta tensione, fino al sistema modulare per il monitoraggio e la diagnostica di interruttori industriali IoT.

 

In foto: Luigi Zoccolante (AD di HiFuture), Valter Brasso (Presidente e CEO di Teoresi), Gianni Bonfanti (CTO e founder di BindingFuture)

Comunicato stampa Press Play per Teoresi